PROGETTO UNESCO

Unesco
Scuola Associata all’ U.N.E.S.C.O.
membro della Rete Nazionale
ASpNET-U.N.E.S.C.O.- Italia

Docente ASpNET:
Prof.ssa ALTRAN Marina

Anno Scolastico 2015/ 2016

PROGETTO UNESCO
della Classe II A
Liceo Scientifico Duca degli Abruzzi.
Responsabile del Progetto: Marina Altran

Concorso internazionale 2015/2016
X Edizione
I GIOVANI E LA PACE, LA PACE E LA GIUSTIZIA SEMPRE: OGGI E DOMANI

Una sola Umanità al dilà delle diversità: le mie proposte
per contribuire al riavvicinamento delle Culture.

Bandito dal Club UNESCO di Udine.

Gli studenti della classe 2A, partecipanti al concorso in oggetto, non si sono limitati a fare delle proposte ma hanno vissuto in prima persona la Pace, la Giustizia e il Rispetto delle Diversità.

Hanno iniziato dal loro piccolo, dalla loro classe, maturando la consapevolezza del rispetto, delle diversità e della collaborazione con gli altri, con il diverso.

E’ nato un percorso, che continuerà anche nei prossimi anni scolastici, di scambio, di incontri che ha portato alla progettazione e creazione di un video “La ragazza della Primula Rossa”.

L’I.S.I.S. “Alighieri” , in quanto situato a Gorizia, cittadina al confine con la SLOVENIA non lontano dall’Austria, rispondendo alle esigenze e istanze del territorio, da molti anni promuove e incoraggia il plurilinguismo e l’interculturalità, attraverso una serie di iniziative da tempo collaudate, come la collaborazione con il Liceo Gimnazija di Nova Gorica, che si realizza attraverso una serie di iniziative, a cui partecipano gli studenti delle due istituzioni scolastiche, in un clima di rispetto e collaborazione tra popoli diversi ma che abitano lo stesso territorio.

Nell’ambito dell’iniziativa, la classe 2A e la classe III del Liceo Gimnazija si sono incontrate nella Piazza Transalpina di Gorizia, luogo simbolo dell’abbattimento dei Confini e di Fratellanza superando tutti i pregiudizi e le barriere linguistiche attraverso l’esperienza della “comunicazione non verbale”.

Questa collaborazione e condivisione è continuata con la lettura de “La domenica delle scope” e l’incontro con il suo autore, il giornalista Roberto Covaz, al Liceo Gimnazija a Nova Gorica, nel corso del quale studenti italiani e sloveni si sono confrontati con un passato di barriere, confini e divisioni per loro lontano, ma il cui ricordo è ancora vivo nelle loro famiglie, soprattutto nei propri nonni.


   

Da tutti questi incontri, un gruppo della della classe 2A ha preso spunto per partecipare al concorso UNESCO.

E’ stato per i ragazzi un momento di profonda riflessione e condivisione, un’analisi e indagine storica del passato e del presente, una crescita umana, che supera ogni pregiudizio, ogni luogo del “benpensare comune”, ogni confine di razza e credo.
Con la semplicità e l’entusiasmo della loro età hanno vissuto e vivono la magia dell’amore, della pace e della profonda condivisione, come viene ben descritta dalle loro stesse parole: ………………..

“Noi ragazzi, per sviluppare questo progetto, abbiamo pensato di fare riferimento ad attività proposteci dalle nostre insegnanti. Abbiamo infatti incontrato una classe di un Gimnazjia di Nova Gorica per passare insieme una mattinata e riflettere sui temi dell’unione e della comunicazione non verbale tra i popoli.
Quindi abbiamo pensato di trattare il tema dell’unione tra i popoli prendendo spunto da situazioni passate che hanno coinvolto i nostri nonni da vicino, senza però tralasciare la situzione attuale che ci tocca particolarmente in questi tempi di migrazioni.
Abbiamo sviluppato la storia di una coppia di ragazzi che, nel periodo della guerra di indipendenza degli stati componenti la Jugoslavia, hanno messo da parte la paura e l’odio verso lo straniero che caratterizzava quel periodo, lasciandosi avvolgere dall’amore, da quell’emozione magica. A questa abbiamo poi intrecciato un racconto ambientato ai giorni nostri, che parla di un ragazzo della nostra età che si innamora di una ragazza siriana appena trasferita in Italia, vittima di prese in giro, scherzi e battute da parte dei compagni di classe.
Abbiamo osservato che gli stereotipi legati agli stranieri e la fobia di questi non è del tutto svanita, c’è ancora chi non riesce ad abbattere i muri delle differenze culturali e abbandonare i pregiudizi. Ci ha colpito molto il fatto che queste problematiche persistano ancora e pensiamo che progetti come questo siano utili per riflettere sui nostri pregiudizi e quelli delle persone che ci circondano.

Ringraziamo le professoresse Altran e Rossignoli per averci proposto le attività svolte e per l’opportunità che ci è stata data per riflettere meglio su tematiche per noi molto importanti.
Le ringraziamo anche perché hanno fatto sì che il progetto non fosse fine a se stesso, ma si ampliasse e fosse messo in pratica anche attraverso gli svariati incontri che abbiamo fatto e che faremo in collaborazione con la scuola slovena.”

Ecco a Voi la presentazione del filmato, con i disegni dello studente Piero Palmisano

Presentazione del filmato: La ragazza della primula rossa



Le premiazioni a Udine, con la dot.ssa Renata Capria D’Aronco, (Presidente del club UNESCO di Udine, Revisore dei Conti e Segretaria Nazionale) con i colleghi del Club UNESCO di Udine e il Giornalista Daniele Damele.

L’anno scolastico si è concluso con la visita al Parco Ungaretti, di Sagrado, con l’accoglienza e la guida di Mirella Della Valle, la proprietaria, l’ideatrice e promotrice del Parco, insignito de “Il Parco più bello d’Italia” e dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità.

…e questa esperienza, per i ragazzi così entusiasmante, non si conclude qui: continuerà nel corso del prossimo anno scolastico con nuove esperienze, da condividere con gli studenti del Gimnazja di Nova Gorica, nuovi incontri con altre scuole…di Udine .. di Palermo….

la referente del Progetto UNESCO: Marina Altran

 

Referente Prof.ssa Marina ALTRAN
Responsabile liberatorie Prof.ssa Marina ALTRAN

Riferimento normativo per i diritti di Copyright:
Legge 9 gennaio 2008, n. 2
“Disposizioni concernenti la Società italiana degli autori ed editori”
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 21 del 25 gennaio 2008
Art. 2 (Usi liberi didattici e scientifici) …

I commenti sono chiusi.